UNIOSTIA PER LA LETTERATURA - UNI OSTIA UNIVERSITA' DI PROMOZIONE CULTURALE E SOLIDALE

Vai ai contenuti

UNIOSTIA PER LA LETTERATURA

8° ANNO ACCADEMICO > INIZIATIVE EXTRACORSUALI
INIZIATIVA SPERIMENTALE RISERVATA AI SOCI DI UNI OSTIA
La letteratura è il nostro specchio e il nostro orizzonte. Attraverso le pagine della prosa e della poesia duplichiamo il nostro io e lo comprendiamo profondamente. La letteratura è il progetto di una società migliore, più umana, più giusta, perché ancorata a solidi valori. La letteratura ci permette di creare una rete, di essere solidali e di non sentirci soli. La letteratura rappresenta ancora la possibilità di abitare poeticamente il mondo.
Lunedì scorso 27 novembre presso la sala teatro della Scuola Media Caio Duilio, Viale Vega ,91, si è svolto il primo evento di questo anno accademico "UNI OSTIA PER LA LETTERATURA, nuovi autori e nuovi linguaggi", voluto dalla nostra Associazione con l'obiettivo di proporre e promuovere autori che vivono nel nostro territorio, o che di questo territorio, parlano nelle loro opere. In questo appuntamento hanno partecipato gli scrittori ALDO MARINELLI con il romanzo La bambina magica, GIUSEPPINA MELLACE con il libro La marcia su Roma e MAURO SGARAMELLA con il libro Fantageografia. L'evento è stato diretto e coordinato dal Prof. Donato Di Stasi, ed è stato allietato dalle letture interpretate dagli attori Fabio Faraglia, Luisa Iacurti, Alessandro Maria Ostili, Guido Paternesi, Rossella Sbarigia, Mimmo Surace. Per saperne di più vi invitiamo a visitare la pagina di questo sito dedicata all'evento, cliccando qui.
I TRE LIBRI PROTAGONISTI DELL'EVENTO
L’evolversi della vita di due bambini, conosciutisi grazie alla capacità di Anna di comunicare con le persone. La magia dei gesti e delle parole rivolte agli altri ma anche a se stessi e l’empatia come unico mezzo di salvezza. A fare da sfondo a questa simbiosi è Ostia, dal periodo poco prima dell’Armistizio del 1943, col conseguente sfollamento del quartiere di Roma in mano ai tedeschi, per arrivare poi ai giorni nostri. Un racconto di fantasia che ha le sue basi nelle storie delle persone che l’autore ha avuto modo di intervistare nel corso di dieci anni di giornalismo dedicato al territorio lidense. Un libro legato alla speranza di una vita che può cambiare e migliorare, al superamento dei propri limiti e alla dedizione agli altri, a coloro che possono essere aiutati, anche attraverso la magia delle parole.







CHI E' ALDO MARINELLI
Aldo Marinelli è nato a Roma nel 1968, ed è arrivato ad Ostia all’età di 6 anni: da quell'anno ha sempre vissuto nel quartiere marino di Roma. È un biologo, un insegnante, un giornalista, un fotografo e autore di Er gruppo e de Il dolore sordo. Per dieci anni ha lavorato come direttore di un’oasi Wwf, quella del Bosco di Palo, a Ladispoli. Per amore di Ostia, da dieci anni cura la pagina La mia Ostia: qui Aldo racconta con immagini e parole Ostia dal tramonto all’alba, con interessanti racconti di chi vive Ostia e un continuo aggiornamento sugli eventi che ad Ostia si svolgono.
E' un libro satirico che traccia un quadro della storia e della geografia dell’Europa diviso paese per paese (il quadro è aggiornato alla fase iniziale della guerra in Ucraina).Tuttavia non è un libro di storia né un libro di geografia (non lo è almeno in senso stretto) ma un'opera letteraria in cui geografia, storia, considerazioni di carattere geopolitico e brani di fantasia si mescolano reciprocamente (né è sempre immediatamente comprensibile dove finisca la realtà e cominci l’invenzione). Nonostante le invenzioni letterarie, e sia pure colorando la realtà d’umori fantastici o sulfurei, o trasformandola in una favola irridente, l’opera rispetta la verità dei fatti.









CHI E' MAURO SGARAMELLA
Mauro Sgaramella (nato a Roma 1951) si è laureato in lettere moderne all’Università di Roma, la Sapienza, nel lontano 1976 con il massimo dei voti. Dopo un breve periodo d’insegnamento, è stato assunto in un’amministrazione centrale dello stato presso cui ha svolto tutta la sua attività lavorativa senza mai abbandonare la passione originaria per le lettere a la scrittura. È risultato vincitore, con racconti e poesie, di alcuni concorsi letterari prima di dedicarsi a opere di più vasto respiro.
Il racconto delle azioni che portarono alla nascita del regime fascista.
Il 28 ottobre 1922 migliaia di militanti del partito nazionale fascista marciarono alla volta di Roma, per costringere il re Vittorio Emanuele III a porre Benito Mussolini a capo del governo. Sotto la minaccia delle armi fasciste, il sovrano acconsentì: fu l'inizio del ventennio più oscuro che la storia italiana ricordi. Dalla formazione politica di Mussolini al Biennio Rosso, Giuseppina Mellace ripercorre i fatti che portarono il Paese nel baratro della dittatura, analizzando il contesto storico e culturale che favorì l'ascesa del fascismo. Un'analisi che spazia dalla nascita del movimento interventista alla questione fiumana, dal complesso rapporto tra il Duce e Gabriele d'Annunzio al mito dell'"uomo nuovo" messo in piedi dal regime intorno al suo capo. Un libro che, a cento anni dalla Marcia su Roma, fornisce un'importante panoramica sui processi che portarono a quel 28 ottobre, e sulle sue nefaste conseguenze. Il racconto delle azioni che portarono alla nascita del regime fascista; la conferenza di pace; la commissione per le riparazioni di guerra e la situazione nella Germania; l'Italia e i trattati di pace; la pandemia detta la "spagnola"; la società delle nazioni; la questione fiumana; l'impresa di Fiume; il giovane Mussolini; 1919: l'inizio del biennio rosso in Italia e in Europa; la nascita del fascismo; 1920: l'anno degli scioperi; 1921: la preparazione della Marcia; 1922: i primi mesi dell'anno; la primavera - estate del 1922; ottobre 1922; gli ultimi tragici giorni; le donne e la Marcia su Roma; il consolidamento del regime; l'italiano deve diventare fascista; il fascismo all'estero.


CHI E' GIUSEPPINA MELLACE.
Nata a Roma, di professione insegnante, è anche autrice di pièce teatrali, saggi, romanzi e racconti, soprattutto di tema storico. Ha scritto un romanzo a più mani con il laboratorio di Cinzia Tani. Per la Newton Compton ha pubblicato nel 2014 Una grande tragedia dimenticata, sull’eccidio delle Foibe, con cui nello stesso anno ha vinto il premio “Il Convivio” per la sezione saggistica storica; Delitti e stragi dell’Italia fascista, L’oro del Duce e La Marcia su Roma.
ENTRO BREVE SARANNO PUBBLICATI DEI CONTRIBUTI VIDEO SULL'EVENTO
Codice Fiscale: 97877730586 - IBAN: IT80F0832703249000000004598 - BCC Roma Ag.134 Lido di Ostia
Il recapito telefonico, attivo tutti i giorni feriali dal lunedì al venerdì, dalle ore 17:45 alle ore 19:15 è il 351.5906436
Torna ai contenuti